San Giorgio del Sannio: differenziare bene fa la differenza - Diritto di Accesso Civico

San Giorgio del Sannio: differenziare bene fa la differenza

Posted by on Gen 17, 2019 in Blog

Il comune di San Giorgio del Sannio attraverso la raccolta differenziata dei rifiuti

L’amministrazione comunale di San Giorgio del Sannio, con delibera di G.C. n.166 del 17.10.2016, approva il progetto per la raccolta differenziata completa del tipo “porta a porta”. L’affidatario del servizio di gestione della raccolta differenziata è Igiene Urbana S.r.l.  con un contratto confermato negli anni fino al 2017 e con un costo di gestione pari a €1.367.402,29. lI modello gestionale prevede l’affidamento in concessione delle seguenti attività:

  • spazzamento e lavaggio;
  • raccolta dei rifiuti solidi indifferenziati;
  • raccolta differenziata

Le modalità di raccolta in uso sono:

  • raccolta porta a porta per la frazione umida e il secco indifferenziato, in base a specifico calendario,
  • raccolta domiciliare su richiesta dell’utente per i rifiuti ingombranti,
  • raccolta mediante contenitore per rifiuti pericolosi

Il Comune di San Giorgio del Sannio, secondo i dati ISPRA, ha raggiunto le seguenti percentuali di raccolta differenziata:

   anno        % raggiunta     % stabilita per legge 

  • 2010      51,29%.               60%
  • 2011       54,00%.              65%
  • 2012       52,06%               65%
  • 2013       49,87%.              65%

Appare evidente che il mancato rispetto delle percentuali fissate per legge ha comportato il pagamento di oneri aggiuntivi per il conferimento in discarica.

Iniziative e bilanci

Nel 2014 vengono presentate le novità del servizio di raccolta differenziata che entrano in vigore a partire dal 2 febbraio e che riguardano i cittadini dell’intero territorio comunale. Nel corso della conferenza sono stati illustrati i dettagli della nuova organizzazione con l’obiettivo, tra gli altri, di avviare un servizio capace di far crescere nel medio periodo la percentuale di raccolta differenziata al 65%, così come previsto dalla legge. Oltre a cambiare i giorni della raccolta differenziata, il servizio di raccolta subisce alcune modifiche, tra le quali un solo giorno a settimana dedicato al conferimento dell’indifferenziato rispetto ai due del precedente servizio; un solo giorno a settimana dedicato al conferimento del multimateriale  – plastica e metalli rispetto ai due giorni del precedente servizio; infine il rafforzamento sostanziale del servizio di raccolta nelle zone rurali.

Dopo la conferenza stampa segue l’ordinanza sindacale n°03/2014 in merito alla nuova organizzazione dei rifiuti.  La raccolta differenziata raggiunge il 68%, secondo i dati ISPRA, il comune viene premiato con attestato di merito come riportato dal sito internet my sir.

Il seguente grafico, di conseguenza, mostra l’andamento temporale della percentuale di raccolta differenziata degli anni 2015, 2016, 2017.

Nel 2015 vengono approvate le tariffe TARI e il piano finanziario I.U.C. -TARI. L’incasso della tari è pari al € 893853,55 con percentuale del 75% secondo quanto riportato dalla delibera n°5 del 30/7/2015.

Dal grafico, risulta evidente, un aumento crescente delle tariffe TARI.

Le migliorie alla raccolta differenziata continuano nel 2017 con importanti modifiche. Dal 1 novembre 2017 vengono adoperate buste trasparenti per controllare il contenuto e verificare il conferimento corretto dell’indifferenziata. Vengono applicate sanzioni in caso di scorrettezza e mancata attuazione di quanto comunicato. L’incasso tari presunta del 2017 è pari al € 927158.58 con percentuale del 67% come pubblicato sul sito del comune. E’ possibile documentarsi su tutti gli aspetti della raccolta differenziata soprattutto attraverso il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD) pubblicato nella sezione “amministrazione trasparente” sul sito del comune.

In questo documento troviamo le tipologie e le quantità dei rifiuti raccolti (differenziati e non) e tutte le informazioni sulle aziende che si occupano di recupero e smaltimento dei rifiuti. Attualmente i destinatari dei rifiuti sono:

  • Ambiente S. p. a.
  •  S.E.
  • Helios
  • Seieffe S.r.l.
  • Samte S.r.l.

Inoltre se qualche cittadino interessato all’argomento rifiuti si rivolge all’Ufficio Tecnico o all’Assessore all’Ambiente Pasquale Mauta, potrà soddisfare la sua curiosità. Oltre al confronto frontale con gli addetti ai lavori è possibile ricavare informazioni dal sito internet http://www.comune.sangiorgiodelsannio.bn.it/ “  o mediante strumenti più adeguati per la comunicazione pubblica sulla gestione dei rifiuti: la Scheda URP e Tiki-toki, quest’ultimi sono innovativi e multimediali ma, in più, permettono di approfondire le informazioni.

La Scheda URP è un testo che contiene informazioni istituzionali tratti da diversi documenti amministrativi, contengono informazioni giuridicamente vincolanti perché riferite a norme e ad atti amministrativi, informazioni di pubblica utilità, messaggi persuasivi finalizzati a rafforzare la coesione sociale.

Tiki-Toki è una piattaforma on line con la quale creare linee temporali con foto, link, video e documenti. Attraverso Tiki-toki si possono creare infografiche cioè testi descrittivi in forma di didascalie alle immagini dei documenti esposti in sequenza cronologica e, per questo, è un utile strumento per rappresentare lo sviluppo degli iter amministrativi di attuazione dei progetti ricostruendone la sequenza documentale.

I dati pubblici, le informazioni e i documenti istituzionali sono stati richiesti al Comune di San Giorgio del Sannio presentando una richiesta di accesso civico generalizzato ai sensi dell’Art. 5 del d.lgs. n. 33/2013 come modificato dal d.lgs. n. 97/2016

La richiesta è stata presentata il 13/11/2017. Il Comune ha risposto il 11/12/2017, rilasciando solo parte dei dati richiesti.