Siano e la raccolta differenziata: vediamoci chiaro - Diritto di Accesso Civico

Siano e la raccolta differenziata: vediamoci chiaro

Posted by on Gen 17, 2019 in Blog

Il Comune di Siano e la gestione dei rifiuti

Siano è un comune di circa 10300 abitanti, in provincia di Salerno, situato in una vallata conosciuta come Valle dell’Orco, tra l’Agro nocerino-sarnese e la valle dell’Irno.

Nell’anno 2001 il comune di Siano ha progettato ed iniziato la raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani, attuando il sistema “porta a porta” per la stragrande maggioranza delle frazioni che compongono il rifiuto: organico, carta, cartone, plastica, alluminio e banda stagna, ingombranti, vetro, batterie ed accumulatori, farmaci e indifferenziata.

In seguito il Comune ha iniziato la raccolta differenziata anche per i beni durevoli.

Le attività inerenti la raccolta, il trasporto e il recupero e/o smaltimento dei rifiuti solidi urbani, sono gestite in parte dal Comune di Siano e in parte dal Consorzio di Bacino Salerno 1. Nella tabella che segue si riporta il dettaglio delle modalità di gestione del ciclo RSU (Rifiuti Solidi Urbani).

L’Ente Comune non gestisce alcun processo di trattamento e riciclo delle frazioni raccolte, in quanto il servizio di trasporto e conferimento a destino delle stesse risulta affidato, per quanto attiene alle frazioni vetro, carta, cartone, plastica, alluminio e banda stagna, al Consorzio di Bacino Salerno 1, mentre per le restanti frazioni risulta affidato a ditte esterne specializzate nel settore rifiuti.

Il trasporto dei rifiuti indifferenziati è effettuato integralmente, per mezzo di un autocompattatore, presso l’impianto di tritovagliatura S.T.I.R. sito nel Comune di Battipaglia. Tale impianto, gestito dalla Società provinciale EcoAmbiente Salerno S.p.A., provvede in seguito al conferimento e allo smaltimento finale dei rifiuti.

Ma quali sono stati i risultati raggiunti dal Comune di Siano?

Purtroppo negli anni 2000 vuoi per difficoltà dovute all’emergenza rifiuti creatasi in Campania, vuoi ad un calo di impegno, inevitabilmente si è verificato un calo graduale nella percentuale di differenziazione: nel 2006 si era scesi alla percentuale del 22%. Questo risultato negativo continuò anche per i primi mesi dell’anno 2007, tanto che l’Amministrazione Comunale decideva di ridefinire il piano comunale rilanciando la raccolta differenziata a mezzo di una forte campagna di sensibilizzazione per la popolazione.

Il nuovo piano, iniziato il 16/06/2007, permise di raggiungere già nel mese di giugno il risultato del 27%. Nei mesi successivi la percentuale continuò ad attestarsi intorno al 50% mensile tanto che quella finale per l’anno 2007 è stata del 35,51%. Nel mese di gennaio 2008 la raccolta differenziata è stata del 51,72%. Alla fine dello stesso anno, invece, la percentuale di raccolta differenziata è stata del 47,61%.

Con il Piano Comunale per la Raccolta Differenziata, approvato con Ordinanza Sindacale n° 16 del 07/03/2008 e redatto in linea con il piano economico finanziario per la raccolta differenziata fatto dal Consorzio Bacino SA1, l’Amministrazione Comunale, per migliorare la gestione, aveva posto l’attenzione non solo sull’incremento della percentuale di raccolta differenziata, ma anche sulla diminuzione della produzione pro-capite totale di rifiuti, oltre che sull’incremento della raccolta differenziata dei RUP e sull’attivazione di un sistema tariffario.

Progetti a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani

Nell’anno 2013, l’Amministrazione Comunale di Siano ha aderito all’avviso pubblico emanato dalla regione Campania con Decreto Dirigenziale n. 23 del 09/10/2013– A.G.C. 21 Programmazione e Gestione Rifiuti – Settore 3 Monitoraggio Informazione e Valutazione, in attuazione del DGR N. 371 del 13/09/2013 –Emanazione avviso pubblico per la realizzazione di centri di raccolta per l’assegnazione di contributi finanziari, per l’ampliamento ed adeguamento del proprio centro di raccolta sito in Siano alla via Zambrano.

La spesa, infatti, è stata finanziata con fondi POR-FESR Regione Campania 2007/2013.

La richiesta trae origine dalle necessità di ampliare e adeguare il Centro di Raccolta esistente nel Comune di Siano alla via Zambrano a supporto della raccolta differenziata dei rifiuti urbani.

La Stazione Ecologica era stata realizzata nell’anno 2011 per perseguire l’obiettivo della raccolta differenziata, costituendone momento iniziale del processo di raccolta e custodia temporanea, finalizzato al riutilizzo e riciclaggio dei materiali a valenza di materia prima industriale. Essa era stata ricavata su parte di una più ampia superficie di proprietà comunale destinata in epoca passata a impianto di depurazione, successivamente dismesso e demolito.

Tale progetto è stato portato a termine nel 2015. Si riporta la determina riguardante l’approvazione dello stato finale dei lavori di ampliamento del centro di raccolta: Determina n.111 del 27-11-2015: Approvazione stato finale e liquidazione fattura n.24 del 26/11/2015 per in favore della ditta P.G.M. Costruzioni s.r.l.u. dei lavori di Ampliamento Centro di Raccolta a supporto della Raccolta Differenziata dei Rifiuti Solidi Urbani di Siano:

Quali sono le fonti?

È possibile documentarsi su tutti gli aspetti della raccolta differenziata soprattutto attraverso il Modello Unico di Dichiarazione Ambientale (MUD).

In questo documento troviamo tutta una serie dei informazioni rilevanti, come la quantità di rifiuti urbani prodotti, distinti per Codice CER (Catalogo Europeo dei Rifiuti), la destinazione dei rifiuti riportata nei Moduli DR-U (Destinazione Rifiuto Urbano), i costi operativi di gestione distinti tra costi di spazzamento e lavaggio strade e piazze pubbliche, i costi di raccolta e trasporto, i costi di trattamento e smaltimento, i costi di trattamento e riciclo, i costi totali di raccolta differenziata e altri costi, elencati nella scheda CG (Costi di Gestione).

Tutti questi dati sono stati presi in considerazione per capire meglio l’andamento della raccolta differenziata nel Comune di Siano e la rispettiva percentuale RD raggiunta negli anni. In realtà, per poter reperire buona parte di queste informazioni, in assenza del MUD, è possibile consultare il portale My Sir: Comuni Ricicloni (Sistema Informativo Rifiuti).

Altro documento importante per la raccolta di dati utili per il monitoraggio civico è il Piano Finanziario Tassa Rifiuti, strumento attraverso cui i comuni definiscono la propria strategia di gestione del ciclo dei rifiuti solidi urbani.

Inoltre, grazie alla consultazione del Piano Finanziario è possibile conoscere i prospetti economici-finanziari, la previsione dei costi, il gettito complessivo della Tassa sui rifiuti TARI, a copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativo al servizio di gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati avviati allo smaltimento.

La TARI (Tassa sui Rifiuti) è stata introdotta, a decorrere dal 2014, dalla legge n. 147 del 2013 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato” (legge di stabilità per il 2014), insieme all’IMU (Imposta Municipale Unica) e alla TASI (Tributo per i servizi indivisibili). Il presupposto della TARI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di locali o di aree scoperte operative suscettibili di produrre rifiuti urbani.

Le tariffe della TARI devono assicurare la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti. Esse sono determinate con delibera del Consiglio comunale sulla base dei costi individuati e classificati nel piano finanziario, redatto dal soggetto che svolge il servizio e approvato dallo stesso Consiglio.

Quantità di rifiuti urbani e % di RD

Dalla consultazione del MUD e del portale MySir: Comuni Ricicloni è stato rilevato che:

Nel 2015 il Comune di Siano ha prodotto 3.695.018 kg di rifiuti, di cui 1.941.938 kg di rifiuti differenziati e 1.746.420 kg di rifiuti indifferenziati, con una percentuale di RD del 52,65 %.

Nel 2016 il Comune di Siano ha prodotto 3.856.530 kg di rifiuti, di cui 2.068.370 kg di rifiuti differenziati e 1.778.960 kg di rifiuti indifferenziati, con una percentuale di RD del 53,76 %.

Ma quali sono stati gli incassi?

Soffermandosi sugli anni 2015/2016, è possibile fare anche un confronto tra il costo della TARI e l’incasso effettivo.

Stando alla Delibera n. 14 del 04/09/2015, per quanto riguarda l’anno 2015, il costo totale del servizio di gestione dei rifiuti urbani è pari a € 1.601.108,95; mentre l’incasso è pari a € 1.502.128,8. Quindi le tariffe della TARI non hanno assicurato la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio relativi al servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti.

Situazione diversa nell’anno 2016: dalla Delibera n. 13 del 22-06-2016, si evince che il costo totale del servizio di gestione dei rifiuti urbani è pari a € 1.561.443,20; invece l’incasso TARI è pari a € 1.684.521,8. Dunque l’Amministrazione del Comune di Siano è riuscita a coprire tutti i costi relativi alla gestione dei rifiuti urbani.

Eppure, risulta possibile diminuire il costo dell’intero ciclo di gestione dei rifiuti solidi urbani, riducendo la quantità generale di tutte le frazioni merceologiche di rifiuti prodotta dall’intera comunità. Tutto questo, oltre alla riduzione complessiva del rifiuto, e quindi del relativo costo di raccolta e smaltimento, potrà consentire all’amministrazione di diminuire la tassazione a copertura del servizio.

Analisi dei dati e confronto con i comuni vicini

Analizzando i dati raccolti, è possibile affermare che al 2016 la % di RD è ancora bassa: si parla del 53,76 % rispetto al 52,65 % dell’anno precedente, con un aumento della quantità di rifiuti differenziati. Infatti, nel 2016 il Comune di Siano ha prodotto 2.068.370 kg di rifiuti differenziati, mentre nell’anno 2015 aveva prodotto 1.941.938 kg di rifiuti differenziati.

Si tratta, però, di piccolissimi miglioramenti di cui non bisogna illudersi. A rendere più chiaro quanto detto, è quello che emerge dal confronto con Comuni vicini, come Roccapiemonte e Castel San Giorgio.

       

Infatti dalla consultazione del sito web MySir, si nota che nonostante la differenza tra il numero di abitanti tra il Comune di Siano e quelli di Castel San Giorgio e Roccapiemonte sia minima, la differenza tra la % di RD è, invece, considerevole.

Nello specifico, nell’anno 2015 il Comune di Siano ha raggiunto una percentuale di RD del 52,65%, rispetto al 64,47 % ottenuto dal Comune di Roccapiemonte.

Invece, nel 2016, il Comune di Siano ha guadagnato la % di RD del 53,76 contro la % di 77,20% del Comune di Castel san Giorgio.

Quali sono le novità nel 2017?

Il Consiglio Comunale ha approvato il Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani anno 2017, redatto dal Coordinatore dell’Area Tecnica e da atto che il gettito complessivo della tassa rifiuti è pari a €1.519.863,00 (escluso totalmente i proventi per addizionale provinciale TEFA) assicurando in tal modo la copertura finanziaria del 100% del costo del servizio.

Inoltre, con Delibera N. 84 del 10-05-2017, è stato approvato il  Progetto per la Gestione Integrata dei Rifiuti: : l’importo complessivo annuo del servizio è di € 987.785,59, oltre IVA.

Come Comunicano: Calendario Raccolta Differenziata

Accedendo al sito web del Comune di Siano è possibile consultare il Calendario della Raccolta Differenziata e la “Guida alla Raccolta Differenziata”.

Iniziative a cui partecipa il Comune di Siano

Già nel 2012 il Comune aveva aderito alla strategia dei “Rifiuti zero”, perché riciclare i rifiuti è un approccio che permette di ridurre i rifiuti con progetti mirati all’abbattimento della loro produzione e permette diminuire i costi di gestione.

Siano 2017: via all’iniziativa “Tour Campano Rifiuti Zero”

L’associazione “Impatto Ecosostenibile Zero Waste Campania”, da ormai 10 anni, organizza il tour campano rifiuti zero. L’associazione è una delle principali realtà associative della Regione in materia ed è senza ombra di dubbio quella che più riesce a trasmettere ai ragazzi delle scuole il senso di rispetto verso nostra Madre Terra.

L’incontro si è svolto sabato 2 dicembre alle ore 18:30, presso la sala Giancarlo Siani, piazza Municipi. Presente l’amministrazione comunale di Siano, di Bracigliano, di Castel San Giorgio, di Mercato San Severino e di Roccapiemonte.

L’iniziativa vuole essere vista come una tappa di un percorso mirato alla sensibilizzazione del maggior numero possibile di cittadini.

“La Madre Terra è di tutti, tutti dobbiamo fare qualcosa per salvare la Nostra Terra e il nostro Futuro”.

Recentemente, sul sito del Comune di Siano e in tutti gli spazi presenti sul territorio utilizzati per le affissioni, è apparso un avviso pubblico:

Non nasconderti, sii trasparente”.

Messaggio chiaro e coinciso che dovrebbe colpire quella che è la coscienza dei cittadini, perché si tratta di operazioni fondamentali per la tutela dell’ambiente e del nostro territorio.

Solo con la collaborazione e la partecipazione di tutti, a partire dai semplici gesti di tutti i giorni, nel rispetto della raccolta differenziata è possibile sperare di raggiungere risultati migliori.

Comunicare in maniera efficace la gestione dei rifiuti

Per poter riportare tutte le informazioni rilevanti a proposito della gestione dei rifiuti nel Comune di Siano, estratte dai documenti raccolti per il monitoraggio civico, è possibile servirsi di strumenti innovativi, interattivi e multimediali, adeguati per la comunicazione pubblica:

  • Scheda URP, che si articola in due blocchi di contenuti informativi istituzionali, ricavati durante il monitoraggio civico: le informazioni di pubblica utilità, dati economico-finanziari e dati di gestione del servizio di raccolta differenziata dei rifiuti; informazioni per la trasparenza amministrativa con i relativi documenti istituzionali.
  • Tiki-Toki, strumento attraverso cui si realizza l’infografica, una forma testuale che consente la crossmedialità: tramite foto, link, video e brevi testi descrittivi in forma di didascalia delle immagini dei documenti, esposti in sequenza cronologica, è possibile rappresentare lo sviluppo degli iter amministrativi dei progetti.

Con questa piattaforma, infatti, è stata creata una linea temporale in cui sono stati riportati gli eventi e le fasi che hanno caratterizzato l’evolversi della raccolta differenziata nel Comune di Siano, dal 2001, quando è stato attuato il sistema “porta a porta” ad oggi.

Il Comune di Siano è un comune collaborativo?

I dati pubblici, le informazioni e i documenti istituzionali sono stati richiesti al Comune di Siano presentando una richiesta di accesso civico generalizzato ai sensi dell’Art. 5 del d.lgs. n. 33/2013 come modificato dal d.lgs. n. 97/2016

La richiesta è stata presentata il 13/11/2017. Il Comune ha risposto il 19/12/2017, rilasciando i dati richiesti.