Macerata Campania si differenzia??

Posted by on Gen 17, 2019 in Blog

  “Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare.” Andy Warhol. Con questa frase si riassumono tutti i buoni propositi che il Comune di Macerata Campania ripone nella “Raccolta Differenziata”, ma tutti i cittadini si chiedono se rimarranno  solo propositi, o si trasformeranno in fatti!   Iniziamo con una panoramica di alcuni dei dati raccolti attraverso relativi al 2015 e 2016: Questo è un grafico che riprende l’andamento dei costi che il comune sostiene annualmente per le questioni ambientali, compresi i costi della tari. Alcuni di questi costi sono leggermente in calo, altri, come i costi per lo spazzamento delle strade, sono aumentati. Vediamo invece le entrate del comune come variano dal 2015 al 2016: Le entrate coincidono con le uscite. Anche le entrate quindi, come le uscite, diminuiscono leggermente nel 2016. Macerata Campania si occupa della gestione e smaltimento di 14 tipi di rifiuti, vediamo all’anno quanti e quali vengono prodotti maggiormente: Dove sono stati smaltiti questi rifiuti nel corso del 2015 e del 2016? Dopo aver analizzato un po di dati andiamo a vedere se per i cittadini è facile approcciarsi alla questione dei rifiuti, alla raccolta differenziata e a tutto ciò che concerne. Macerata Campania Comunica? LE COMUNICAZIONI DEL COMUNE RIGUARDO LA RACCOLTA DIFFERENZIATA: Tra il 2015 e il 2016 numerose sono state le campagne di sensibilizzazione che il comune, in particolare il vicesindaco, nonché assessore all’ambiente Di Matteo, ha reso pubbliche tramite manifesti e tramite il sito istituzionale, ma nel concreto avranno fatto qualcosa? Questa è una campagna di sensibilizzazione che risale all’ 11 Maggio 2016. Fin qui tutto va bene, ma il Comune di Macerata ascolta davvero i cittadini? E specialmente, Comunica con loro? All’interno del portale istituzionale, non vi è uno spazio dedicato alla raccolta differenziata e all’ambiente, non esiste uno sportello interattivo che sia a disposizione dei cittadini, a mala pena funziona lo sportello amministrativo tradizionale. I cittadini hanno bisogno di essere ascoltati, numerose sono state le lamentele riguardo ai rifiuti abbandonati, nei pressi di case, abitazioni, palazzetti dello sport, ma i dirigenti non hanno mai risposto: Questa non è l’unica strada ad essere invasa dai rifiuti, tutto ciò non passa inosservato, e i cittadini insieme all’opposizione politica si fanno sentire, attraverso post su facebook e dichiarazioni sui giornali: Con i decreti 1475 del 15 dicembre 2015 e 151 del 7 marzo 2015, il Sindaco Stefano Cioffi raggiunse un’intesa con la Regione Campania, la quale avrebbe ceduto un finanziamento pari ad 1 milione di euro all’ Ente al fine di coadiuvare opere di risanamento ambientale, in particolare si decise di raccogliere tutti i rifiuti giacenti lungo le periferie comunali in dei grossi sacchi bianchi, denominati ” Big Bag “, da smaltire poi con i fondi Comunali appunto, il Primo cittadino decise di utilizzare questi fondi, oltre che per l’accumulo dei rifiuti, anche...

Read More »